Logo

DUE È UNO , UNO È NESSUNO

RENEGADES

SOFTAIR

FORUM

CHI SIAMO

Un giorno 3 amici di vecchia data uniti da una passione comune chiamata “Softair” decisero all’unanimità di formare una squadra sotto forma di Associazione Sportiva per dare sfogo e per far conoscere questa splendida realtà; e cosi’ che nei primi giorni del 2010 nacquero i ” RENEGADES ” con a capo della presidenza il mio stimatissimo amico MARCO TACCONE alias “RONIN”, come vice presidente altro stimatissimo amico DIEGO DE NINO alias “WASABI”, e come segretario il sottoscritto CHRISTIAN DI RITA alias “JIGEN”, ad oggi questa splendida realtà conta n° 35 iscritti , con idee innovative e proposte che vanno ben oltre le solite giocate domenicali.

Infatti piano piano questa realtà si sta facendo conoscere sempre di più nel panorama extra regionale, partecipando quanto più possibile alle varie manifestazioni softairistiche che si svolgono durante l’arco dell’anno in svariate regioni d’italia. Il Direttivo augura a tutti i propri iscritti un buon auspicio di lunga vita per la squadra, ricordando a tutti ” sempre avanti RENEGADES, mai un passo indietro” e tenendo sempre presente che il nostro motto è
” DUE è UNO ” ” UNO è NESSUNO”.

IL SOFTAIR

Il softair conosciuto anche come guerra simulata o tiro tattico sportivo, è uno sport di squadra basato sulla simulazione militare ed è uno sport a tutti gli effetti riconosciuto dal CONI. L’attività pur rimanendo uno sport può essere assimilata anche ad un gioco di ruolo che simula, tramite attrezzature apposite, azioni tattiche e strategiche di combattimento con repliche fedeli di armi da fuoco in ambienti urbani o boschivi, tra fazioni opposte che devono conquistare obiettivi prefissati.

Il gioco, nonostante l’apparenza, è innocuo e non violento (è vietato qualunque contatto fisico con l’avversario), e si basa principalmente sul fair play e sulla correttezza sportiva. Ogni giocatore è obbligato ad “autodichiararsi”, ovvero a manifestare a voce e a gesti la sua eliminazione in conseguenza dell’impatto di pallini avversari sul su corpo buffetteria e fucile, pena la squalifica, ed è tenuto a mantenere un atteggiamento di massima correttezza nei confronti di compagni ed avversari, per evitare il rischio di infortuni derivanti da un uso scorretto di attrezzature e protezioni.

La particolarità di questo gioco/sport è l’essere basato completamente sulla correttezza del singolo giocatore, dato che non esiste alcun modo per provare oggettivamente che l’avversario sia stato colpito o meno: è dovere del giocatore, nel momento in cui avverte l’impatto del pallino avversario, alzare la mano, smettere di sparare e gridare colpito, morto, o preso (autodichiarazione) e quindi abbandonare l’area di gioco, evitando di collaborare e comunicare in alcun modo con i propri compagni ancora impegnati nell’azione.
Chi agisce disonestamente viene ironicamente definito Highlander (dal famoso film basato sulle vicende degli scozzesi immortali) e una volta individuato può essere discriminato ed emarginato dagli altri giocatori; può anche essere espulso dal gioco o nei casi più gravi, dall’Associazione di appartenenza.L’autodichiarazione è anche importante al fine di evitare inutili e continue raffiche di pallini ai danni del giocatore stesso.

IL GIOCO

Le partite, o combat, o game possono avere obiettivi diversi: si va dal conquistare la bandiera altrui, ad effettuare vere e proprie pattuglie di ricognizione per conquistare obiettivi di diversa natura (bandiere, testimoni, materiali, eccetera) naturalmente “neutralizzando” gli avversari bersagliandoli con le apposite armi giocattolo ed eliminandoli così dal gioco.

Esistono infinite tipologie di gioco, limitate solo dalla fantasia degli organizzatori, queste sono le più comuni e apprezzate dai softgunner:
Cattura la bandiera o postazione avversaria che può essere:- Attaccanti contro Difensori: viene posta una bandiera obiettivo, la difesa vince se l’attacco non conquista la bandiera entro un tempo limite prefissato;- Doppio Attacco/Difesa: con due Bandiere, vince chi cattura la bandiera nemica e la riporta al proprio campo;
Deathmatch a squadre, in cui vince chi elimina tutta la squadra (senza “rinascita” dei giocatori) o chi elimina più avversari (con “rinascita”);
Liberazione di un prigioniero;
Distruzione della squadra avversaria;
Possono essere anche organizzati scenari che riproducono azioni reali della storia militare, o immaginarie azioni di forze speciali. Per via della disponibilità di equipaggiamento, che copre soprattutto il periodo 1960-2000, gli scenari rappresentano soprattutto forze occidentali contro generici “terroristi” o forze NATO contro forze del blocco sovietico.

LE ASG

Le repliche, armi-giocattolo (dette ASG), sono delle riproduzioni più o meno fedeli di armi vere da combattimento, in grado di sparare proiettili sferici (detti BB bullets) di peso variabile tra 0,12-0,30 grammi in plastica, a volte biodegradabile. In realtà non è corretto parlare di “giocattoli”: la normativa italiana (Legge 110 del 1975 e la 526 del 1999 in primis) prevede di fatto che le ASG siano da considerarsi “armi non offensive”, e pertanto devono essere sottoposte ai test e all’iter burocratico previsto per questo genere di strumenti. In Italia l’energia con la quale il BB può essere sparato dall’ASG deve essere inferiore ad 1 J (joule).

GIOCA CON NOI


Per giocare con noi devi essere in possesso di alcuni requisiti che l’Associazione reputa essenziali:

ONESTA, SERIETÀ, EDUCAZIONE E CONSAPEVOLEZZA che il Softair è soprattutto un momento di divertente aggregazione e NON UN’ATTIVITÀ PARAMILITARE.

L’età minima per entrare a far parte dell’Associazione è 18 anni, mentre, per il minore e’ necessaria presenza in campo di un genitore.

E’ obbligatorio un certificato medico che attesti l’idoneità alla pratica di sport non agonistici.
E’ necessaria anche una copia di un documento di riconoscimento (per i minori anche quella del genitore) e modulo di iscrizione stampabile da questo LINK

E’ NECESSARIO LEGGERE IL REGOLAMENTO INTERNO E STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE E PRENDERE NOTA DELLE SUE REGOLE!!!

La quota di Affiliazione, da versare prima dell’ingresso in campo, è 15,00 EURO e comprende l’attivazione della tessera della UISP con relativa assicurazione e la possibilità di partecipare alle nostre attività per un TEMPO massimo di 3 mesi, in questo periodo l’Affiliato avrà modo di verificare la propria propensione a tale attività e all’Associazione stessa di valutare le capacità e i requisiti sopra esposti.Una volta accertata l’idoneità per l’Associazione Il passo successivo è il passaggio a Socio effettivo o rimanere come affiliato

NB: avvisare in largo anticipo l’associazione in modo da facilitare il tesseramento assicurativo , se uno dei documenti venisse a mancare l’associazione non si prenderà la responsabilità nel far giocare i soggetti sprovvisti di tali documenti e assicurazione secondo le norme di legge previste.

L’attrezzatura minima necessaria per affrontare una partita di Softair è la seguente:

1) Mimetica o abbigliamento adatto a sport “outdoor”(PS In squadra e’ usata la vegetata italiana e la woodland Americana).
2) Anfibi, scarpe anti infortunistica o da trekking.
3) ASG (Fucile elettrico) con relativa scorta di pallini.
4) Protezioni per gli occhi e denti (OBBLIGATORIA!), e per le mani.
5) Scorta di acqua (variabile in base alle esigenze personali)

Per la prima domenica di gioco, previa verifica della disponibilità, possiamo provvedere noi a fornirti l’ASG e le protezioni per gli occhi e il viso.

CONTATTACI

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio